Le Pro loco non diventeranno agenzie. Assoviaggi: vittoria per la categoria

Le Pro loco non diventeranno agenzie. Assoviaggi: vittoria per la categoria

Il Consiglio regionale della Lombardia ha stralciato dal Progetto di Legge n. 277 una disposizione che avrebbe di fatto ampliato le competenze delle associazioni pro loco in ambito turistico, con evidente danno per le oltre 3.000 agenzie viaggi lombarde, nonché per l’attrattività del territorio e i diritti dei consumatori. Un sospiro di sollievo per la categoria, già alle prese con il crollo di prenotazioni verificatosi dopo gli attentati del 2015. Un calo del giro d’affari che si è fatto sentire anche in Bergamasca nella misura del -20% circa rispetto a un anno fa. Ma se si guardano alcune aree specifiche, il calo delle prenotazioni è stato verticale: -90% per l’Egitto, addirittura -100% per la Tunisia. E anche le isole greche come Kos, a causa dell’emergenza profughi, sono uscite dalle mete preferite dei vacanzieri bergamaschi. Stesso discorso per la Turchia, penalizzata dai recentissimi attentati.
In questo difficile scenario, il fatto che le Pro loco non andranno ad invadere il campo delle agenzie non può perciò che essere salutato con soddisfazione da Confesercenti, che su questo tema si è battuta con grande impegno.
“Si tratta di una piccola ma significativa vittoria per la categoria, che avrebbe ricevuto un pessimo segnale da una modifica normativa di questo tipo proprio nel mezzo dello stato di crisi invocato da Confesercenti dopo gli attacchi di Parigi – spiega Matteo Marcassoli, presidente di Assoviaggi Confesercenti Bergamo - Ringraziamo i consiglieri che hanno voluto ascoltare il nostro appello, eliminando l’emendamento precedentemente proposto in commissione anche grazie alla determinazione dell’assessore allo sviluppo economico Mauro Parolini”.
Assoviaggi-Confesercenti, ribadendo le proprie sollecitazioni in merito all’urgente necessità di predisporre quanto prima misure per superare l’attuale situazione di crisi del comparto, segnala da subito la propria disponibilità a confrontarsi sulle linee guida che la Giunta dovrà prossimamente emanare per regolare l’attività delle associazioni pro loco, al fine d’ individuare una strategia comune per potenziare – nel rispetto dei reciproci ruoli, della concorrenza leale e dei diritti dei consumatori – l’attrattività del territorio Lombardo.

 

Categorie

blog comments powered by Disqus

ENTI DEL SISTEMA CONFESERCENTI