Pasqua, a casa e al ristorante vince la tradizione

Pasqua, a casa e al ristorante vince la tradizione

I bergamaschi preferiscono festeggiare la Pasqua a casa, ma non disdegnano un salto al ristorante per assaggiare le proposte degli chef. E’ quanto emerge da un sondaggio effettuato tramite Facebook da Confesercenti Bergamo. Il 17% degli intervistati si concederà un pranzo fuori, ma la maggior parte (83%) trascorrerà il giorno di festa comodamente in salotto, gustandosi le specialità preparate in cucina. Nel menu vince senza discussioni la tradizione: l’85% sceglierà polenta, capretto e altri piatti tipici, solo il 15% punterà sul pesce e altri ingredienti alternativi.
Ma dove fare la spesa pre pasquale? Il 54% dei bergamaschi entrerà come sempre nel negozio di fiducia, il 46% invece andrà al supermercato. Poi, una volta tagliata la colomba, arriverà il momento più atteso, soprattutto dai bambini: l’apertura delle uova di cioccolato. Il 55% spenderà tra i 10 e i 20 euro per acquistarle, ma un buon 45% “investirà” un budget maggiore.
Dopo aver festeggiato sarà tempo di pensare alla tradizionale gita di Pasquetta. Forse condizionati dalle previsioni meteo negative, i bergamaschi resteranno prevalentemente in città (61%). Solo il 39% si concederà la gita fuori porta, confidando in un improvviso miglioramento del tempo.
“Il sondaggio conferma che si preferisce trascorrere la Pasqua in famiglia – spiega Cesare Rossi, vicedirettore di Confesercenti Bergamo – ma nei ristoranti non mancheranno certamente i clienti. Le prenotazioni sono andate bene, le proposte dei ristoratori hanno conquistato anche diversi turisti. Anche in questo caso la tradizione sarà protagonista: i sapori della cucina orobica prevalgono, anche se alcuni locali offrono proposte di pesce in grado di tentare i palati più fini. Bergamo, lo sappiamo, è più che mai una meta ambita anche dal punto di vista enogastronomico. Ci conforta il dato sul piccolo commercio: la maggior parte, anche in modo inatteso, preferisce rivolgersi al piccolo negozio per scegliere gli ingredienti del menu festivo. La conferma, una volta di più, del rapporto di fiducia che gli esercenti seri e professionali sanno creare con la propria clientela”.

blog comments powered by Disqus

ENTI DEL SISTEMA CONFESERCENTI