Sil: "Le biblioteche non facciano concorrenza alle librerie"

Sil: "Le biblioteche non facciano concorrenza alle librerie"
I librai Ascom e Confesercenti denunciano la concorrenza inattesa del nuovo servizio lanciato dal portale della Rete Bibliotecaria Bergamasca di vendita e ritiro di libri attivo presso alcune biblioteche del territorio:
"Apprendiamo la notizia dell’avvio dell’iniziativa della Rete Bibliotecaria Bergamasca di vendita online di libri tramite il proprio portale- affermano Cristian Botti, presidente del Gruppo Librai Ascom e Antonio Terzi, presidente Sil -Confesercenti Bergamo-. Condanniamo in maniera decisa e ferma il tentativo del sistema di sostituirsi alle competenze e al ruolo dei librai”.
La scelta della rete bibliotecaria bergamasca di avviare il nuovo servizio arriva in un momento storico in cui, visti i bassi tassi di lettura degli italiani, le istituzioni moltiplicano gli inviti alla collaborazione, nel rispetto delle reciproche competenze: “Continuiamo a ritenere che le istituzioni del nostro Paese debbano necessariamente moltiplicare gli sforzi, anche economici verso librerie e biblioteche- continuano Terzi e Botti -. Denunciamo però il fatto che questo sistema di vendita e ritiro libri messo a punto da alcune biblioteche preveda un ritorno economico per le biblioteche stesse (per un controvalore in bonus libri), in piena concorrenza con le librerie. Ci sembra una strategia miope da parte di chi è deputato a diffondere cultura e amore per i libri. Chiediamo pertanto l’immediato ritiro dell’iniziativa. Tutto ciò si aggiunge al fatto che le librerie sono escluse da tempo dalle forniture di libri alle biblioteche a causa delle abitudini consolidate di questi enti e di una normativa miope che non ha pari in Europa”.

Categorie

blog comments powered by Disqus

ENTI DEL SISTEMA CONFESERCENTI