In arrivo dal Comune di Bergamo nuovi aiuti per le imprese e per l’ospitalità extra-alberghiera

In arrivo dal Comune di Bergamo nuovi aiuti per le imprese e per l’ospitalità extra-alberghiera

Sostegno alle imprese chiuse dal secondo lockdown, in arrivo nuovi contributi a fondo perduto grazie al Programma Rinascimento del Comune di Bergamo

Il Comune di Bergamo, insieme a Intesa Sanpaolo e CESVI si appresta ad aiutare concretamente i commercianti e le piccole imprese della città colpite dal lockdown di questi giorni, grazie ancora al Programma Rinascimento, con nuovi contributi fino a mille euro a fondo perduto.

“Nei giorni scorsi avevo auspicato e dichiarato pubblicamente un possibile ulteriore intervento del Comune a integrazione dei ristori che siamo convinti saranno presto erogati dal Governo – spiega il Sindaco Giorgio Gori –, anche a commento delle recenti manifestazioni di protesta da parte di commercianti della città. Ho quindi parlato con Intesa Sanpaolo per tradurre in un’iniziativa concreta il mio auspicio: abbiamo subito incassato la disponibilità a riallocare parte delle risorse che erano già state messe a disposizione nell’ambito del Programma Rinascimento.”

L’Amministrazione continua quindi a sostenere concretamente le piccole attività imprenditoriali cittadine. Al primo bando “Spese inderogabili” – utenze, affitti, spese fiscali, ecc – risposero 2754 imprenditori, per oltre 4 milioni di euro erogati. Il 60% dei contributi, inoltre, è stato effettuato entro il decimo giorno dalla presentazione della domanda, a dimostrazione della rapidità dell’iter di valutazione delle richieste. Sono nel frattempo ancora aperti i bandi Michelangelo e Raffaello, entrambi pensati per agevolare e sostenere le imprese nel percorso di ripartenza delle proprietà attività: ad oggi sono stati approvati 268 progetti, 21 sono in fase di valutazione, e anche in questo caso sono stati erogati oltre 4 milioni di euro. Ancora attivo anche il bando per il Terzo Settore, con circa 3 milioni di euro complessivi (uno a fondo perduto e due a prestito d’impatto) e nei prossimi giorni sarà pubblicato anche un bando per i professionisti: previsti contributi a fondo perduto (500mila euro) e prestiti a impatto (2 milioni di euro).

Sono quindi in arrivo nuovi contributi, anche questi completamente a fondo perduto: «Si è riunito ieri il Comitato tecnico – conferma il viceSindaco Sergio Gandi, membro, tra l’altro, dello stesso Comitato per l’Amministrazione comunale – ed è stato deciso di riallocare parte delle risorse per erogare a tutti gli operatori penalizzati da questo secondo lockdown contributi fino a mille euro a testa. Siamo già al lavoro per istruire un nuovo bando, pensato per dare risposte in tempi rapidi e così sostenere concretamente le piccole imprese chiuse dal lockdown di questi giorni, integrando gli aiuti previsti da parte del Governo nei giorni scorsi».

Online un bando da 150 mila euro per l’ospitalità "extra-alberghiera" 

Un contributo forfettario a fondo perduto di 619,91 euro per ogni bed&breakfast, casa vacanza, affittacamere e più in generale, per le strutture “extra-alberghiere” della città.

Il bando da 150 mila euro dal Fondo di mutuo soccorso istituto dall’amministrazione comunale per fronteggiare la crisi economica generata dalla pandemia, sarà pubblicato nei prossimi giorni da VisitBergamo, la Giunta Gori ha già approvato le linee guida per le modalità di erogazione.

Il contributo andrà a sostenere gli imprenditori per le spese extra di sanificazione: chiavi della camera e telecomando della tv sanificati e cellofanati, pulizie extra e arieggiamento camere con tempi prestabiliti, acquisto di coprimaterassi e cuscini, come previsto dal protocollo “Bergamo sicura”.

Scopri come accedere al bando: https://www.visitbergamo.net/it/news/notizia/292/

blog comments powered by Disqus

ENTI DEL SISTEMA CONFESERCENTI