Le Botteghe storiche avranno la precedenza nell’assegnazione di spazi e immobili pubblici

Le Botteghe storiche avranno la precedenza nell’assegnazione di spazi e immobili pubblici

Buone notizie per le botteghe, i negozi e i locali storici lombardi: su proposta dell'Assessore Mattinzoli, la Giunta regionale ha infatti approvato una prima proposta d'indirizzi per l'individuazione di "specifiche premialità" per il rilascio delle concessioni degli spazi demaniali alle attività iscritte nell'elenco regionale delle attività storiche e di tradizione di cui alla Legge Regionale 6/2019.

Tali indirizzi - salvo diverso parere della Commissione regionale per le Attività produttive - saranno dunque applicati dai Comuni per garantire alle attività storiche una "corsia preferenziale" per l'assegnazione degli immobili di proprietà pubblica: sia nel caso di attività storiche che già insistano negli spazi in questione (ove si caldeggia la riassegnazione diretta della relativa concessione), sia nell'eventualità in cui uno spazio sia da riassegnare con gara pubblica, nel qual caso le "proposte" delle attività storiche verranno valutate con una premialità non inferiore al 25%, oltretutto rinforzata qualora l'impresa in questione abbia un'anzianità superiore ai 40 anni, sia una micro o piccola impresa o presenti particolari caratteristiche di tipicità.
“Siamo molto soddisfatti per i criteri proposti dall'Assessore Mattinzoli” commenta il presidente di Confesercenti Lombardia, Gianni Rebecchi, evidenziando come gli stessi rappresentino “un passo fondamentale per dare piena attuazione alla legge regionale 6/2019 sulle "attività storiche e di tradizione", fortemente voluta dalla Confesercenti regionale Lombarda anche con l'istituzione dell'Associazione Botteghe Storiche di Lombardia".
“È davvero una gioia constatare i concreti passi avanti che la Lombardia sta facendo sui negozi storici”, aggiunge Paolo Pirrone, responsabile dell’Associazione per Bergamo. “Speriamo che questo ottimo punto di partenza possa presto "rafforzarsi" anche attraverso il riconoscimento di più chiare tutele per le molte attività che si trovano in locazione su immobili privati, nonché mediante agevolazioni fiscali che possano favorire la sostenibilità economica delle attività storiche, aiutandole a effettuare quegli investimenti necessari per il loro rilancio anche grazie agli incentivi pubblici che saranno prossimamente stanziati dalla Regione”.

 

Come chiedere il riconoscimento
Le domande per il riconoscimento del titolo di Bottega storica potranno essere presentate in due "finestre" annuali: entro il 15 febbraio ed entro il 15 settembre di ogni anno, con modalità che saranno definite da un prossimo provvedimento regionale. Hai un negozio, un locale o una bottega artigiana con almeno 40 anni di attività? Botteghe Storiche di Lombardia - Confesercenti può aiutarti a ottenere il riconoscimento regionale e a farti accedere ai futuri contributi stanziati per il sostegno alle insegne storiche lombarde. Per maggiori informazioni, contattare Paolo Pirrone 035 4207249; email: p.pirrone@conf.bg.it.

Categorie

blog comments powered by Disqus

ENTI DEL SISTEMA CONFESERCENTI