Rinascimento Bergamo, il Comune aiuta le piccole e medie imprese

Rinascimento Bergamo, il Comune aiuta le piccole e medie imprese

Il Comune di Bergamo ha attivato il programma "Rinascimento Bergamo" insieme al Gruppo Intesasanpaolo.

Il programma "Rinascimento Bergamo" prevede strumenti di sostegno a favore delle micro e piccole imprese della città di Bergamo.

Il programma sostiene le imprese per affrontare le spese sostenute durante la chiusura dovuta all’emergenza Covid-19 e quelle necessarie alla ripartenza.

Le attività di gestione, monitoraggio e rendicontazione sono affidate a Cesvi.

La prima attività del programma è il bando "Spese inderogabili".

Il bando finanzia, a fondo perduto, le spese sostenute dalle micro-imprese attive nel settore del commercio e dell'artigianato di servizio durante il periodo di chiusura per l’emergenza Covid-19.

Il contributo a fondo perduto è pari ad un massimo di 1.500 € per ciascuna micro-impresa.

Stanziamento: 3 milioni di euro per un totale di 2.000 potenziali domande che secondo i tecnici del Comune basteranno per gli aventi diritto.

Le domande possono essere presentate da venerdì 15 maggio dalle ore 15.00 fino al 30 giugno. NON E' UN CLICK DAY.

È ammessa una sola domanda per impresa.

Le spese sono ammissibili indipendentemente dalla data del loro pagamento esclusivamente se:

- relative all'attività dell'impresa;

maturate nel periodo dal 9 marzo fino a sessanta giorni successivi alla data di riapertura dell'impresa, autorizzata dalla normativa.

Sono ammesse alla rendicontazione le seguenti tipologie di spese:

1. Imposte, tasse e tariffe (es.:TARI, COSAP, ...);

2. Affitto e rate di mutuo;

3. Telefonia, Internet, canoni di assistenza ICT, noleggio hardware;

4. Spese condominiali;

5. Energia, acqua e riscaldamento;

6. Servizi e quote associative (es.: commercialista, quota artigiani, CAF, ...);

7. Assicurazioni su immobili, attrezzature, mezzi, responsabilità civile;

8. Contratti continuativi di servizi o forniture (es.: pulizia, manutenzioni, ...);

9. Pulizia e sanificazione locali, solo se funzionale alla riapertura dell'impresa;

10. Automezzi utilizzati nell'impresa;

Le spese annuali saranno riconosciute per la quota parte dal periodo di chiusura fino a sessanta giorni successivi alla data di riapertura.

L'erogazione del contributo concesso avverrà entro un mese dalla richiesta.

La documentazione relativa alle spese sostenute dovrà essere inviata entro il 15 ottobre 2020.

Il Comune quindi si impegna a erogare contributi alle microimprese sulla fiducia e il prima possibile rinviando a un secondo momento la rendicontazione e il controllo sui requisiti e le dichiarazioni.

Potranno essere documentate solo spese che non siano state oggetto di altri contributi pubblici.

Requisiti soggettivi e codici ateco ammessi al bando al seguente link:

https://www.comune.bergamo.it/action%3Ac_a794%3Abando.spese.inderogabili

Fra i requisiti vi è l'avere una sede operativa nel Comune di Bergamo. La domanda dovrà essere presentata nello sportello telematico del Comune di Bergamo (sulla falsariga delle scia) tramite SPID o CNS del titolare/legale rappresentante dell'attività oppure tramite intermediario (commercialisti, associazioni, etc.) che entrerà con la propria CNS e poi compilerà i dati dell'attività (in questo caso il titolare/legale rappresentante firmerà il modulo compilato e si allegherà la copia della c.i., la responsabilità delle dichiarazioni rimane a capo dell'imprenditore). I moduli compilati sullo sportello telematico devono essere salvati in PDF/A prima dell'invio.

PER INFO:

Adelaide Salvioni

tel. 035 4207343

blog comments powered by Disqus

ENTI DEL SISTEMA CONFESERCENTI